L'insospettabile mamma al sexy shop racconto erotico


racconto erotico

L'insospettabile mamma al sexy shop racconto erotico

La serata comunque, capii immediatamente, non era finita. Appena Andrea e Mario liberarono il loro orgasmo all’interno della mia vagina e del mio ano ed io ripresi appena fiato annebbiata dal dolore della doppia dilatazione e dallo sfregamento delle due verghe al mio interno, i due uomini mi liberarono dalle catene e mi distesero al centro della stanza su un basso imbottito che conteneva giusto giusto il mio corpo. Tiffany e Nadia, che avevano assistito silenziose al mio doppio sacrificio, si avvicinarono anch’esse. Circondata dai corpi nudi dei miei Sto diventando una compagni sentivo il mio sesso e il mio ano ancora sfregiati dalla dura doppia penetrazione di poco prima ma ancora pulsanti e lubrificati dallo sperma e dai miei umori. Tiffany, forse  preoccupata dal mio fiato corto e dalla spossatezza che mi leggeva in viso, mi accarezzava dolcemente, scendendo a sfiorarmi i seni con le mani delicate. Nadia invece mi guardava con sguardo sottile, quasi felice della umiliazione che i due uomini mi avevano inflitto e che mai avevo provato nella mia vita. Mi guardava negli occhi ed io guardavo lei impaurita ma allo stesso tempo eccitata da tutto quello che mi era successo.
racconto erotico


 Lei capii il mio stato d’animo e con un cenno di complice intesa a Tiffany, si allontano’ dalla stanza tornando immediatamente munita del gigantesco fallo che gia’ mi aveva violato durante la prima esperienza a casa sua. La vista dei suoi grandi seni e di questo fallo indossato a coprire la sua vulva mi fece tremare e cio’ non sfuggi’ a Tiffany ed ai due uomini che iniziarono a toccarmi con piu’ determinazione. Anzi, Tiffany si mise  immediatamente a cavalcioni sopra la mia testa offrendomi allo sguardo la sua vagina bagnata e gia’ socchiusa di piacere. Nadia diede degli ordini perentori: “Marta lecca il frutto proibito di Tiffany fino a che il piacere la sovrasti… Mario, Andrea, aprite le gambe della nostra cara amica e offrite la sua vulva alla mia penetrazione…” Tutti obbedirono e mi trovai immediatamente obbligata a soddisfare i piaceri di Tiffany che con le mani iniziò a torturarmi i capezzoli. Tiffany aveva un sapore videos pornograficos de artistas famosos dolciastro ed era copiosamente bagnata. Con la lingua quindi la penetrai minuziosamente piu’ volte, non trascurando di percorrere su e giu’ il filo delle grandi labbra per poi giungere al clitoride gia’ gonfio che presi fra i denti tormentandolo delicatamente per poi succhiarlo avidamente a piu’ riprese. 
racconto erotico


Nel mentre Nadia, che fortunatamente aveva lubrificato l’enorme fallo di gomma, mi apri’ con le dita la vagina per favorire la penetrazione e con un colpo di reni ben assestato che le fece ballonzolare i seni, mi penetro’ a fondo per poi iniziare scoparmi selvaggiamente con una furia crescente. Venni dopo poco assieme a Tiffany che crollo’ su di me, coperta dei suoi umori. Nadia trionfante sfilo’ il pene dalla mia vagina gonfia e devastata e si tolse le cinghie da attorno il bacino. Andrea e Mario non aspettarono il suo cenno ma la costrinsero sesso tra donna e cavallo vicino a noi ad inginocchiarsi per offrire la sua vagina e la sua bocca alla nuova voglia di due. Andrea quindi si mise dietro e con poca difficolta’ infilò il suo pene lentamente all’interno di lei mentre Mario, sfoggiando un erezione potente e sorprendente dopo quanto fatto, glielo mise in bocca con furia, violentandola letteralmente con le mani attaccate alla testa di lei, cercando di immergere video sesso casalingo amatoriale completamente la sua asta fino a scenderle in gola. La doppia penetrazione duro’ abbastanza a lungo, complici i numerosi orgasmi che gia’ i due avevano messo a segno, ma dopo una cavalcata furiosa arrivarono all’apice… sfilati i membri turgidi dalle cavita’ di Nadia si girarono verso di me e Tiffany. Lei si scosto’ d’improvviso lasciandomi inerte a ricevere per l’ultima volta in quella serata un 
fiotto di sperma calda nel viso e sui seni bollenti.

Posta un commento

Nuova Vecchia